“La moda è mia e me la gestisco io”

7994_714990615195748_454765520_n

L’evento aveva inizio alle ore 18.00

Era tutto programmato, ed io ero pronto a parteciparvi.

Ma capita a tutti di ritrovarsi in una  “giornata no ” ed io ci stavo facendo proprio i conti in quel giorno che tanto aspettavo. Ma nella vita, mai arrendersi, anche per le complicazioni più futili, come una corsa del treno saltata.

Eppure, armatomi di santa pazienza, ci arrivo a quel evento, in ritardo, ma ci arrivo.

E dopo un’ora e mezza di ritardo il mio sogno si avvera!!

Ero li, in via Chiaia, a cercare fra tanti il negozio prescelto, quello giusto.

COLETTE è il suo nome, e ad aspettarmi una storia lunga quasi 40 anni, quando Rosario e Grazia Padolino cominciarono a “giocare con la moda“, dando vita al nome di quel brand che sarebbe stato il protagonista indiscusso della serata: DONNAFASHION.

   donnafashion 1

donnafashion 4      1379343_10202571227426312_1975862529_n

La vetrina, allestita a dovere, presentava un mini tubino nero interamente ricoperto di paillette con abbinato una mini giacca in pelliccia nera. Una proposta ben diversa ma non meno elegante al suo fianco, seduta maestosa, l’abito con gonna di tulle bicolor e spalline in chiffon di seta nera. Ma ad aspettarmi all’interno un paesaggio sartoriale ben diverso: miriade di proposte da sera che accontenterebbero chiunque – dalle forme ai colori – tutte rigorosamente impreziosite da dettagli pregiati. Ed ad ogni avanzar di scalino – il sogno di qualsiasi donna sarebbe diventato realtà – lasciando di certo soltanto l’imbarazzo della scelta.

  donnafashion 9     donnafashion 11

donnafashion 6     1382427_10202571223266208_2101538399_n

945218_10202571216506039_1262683264_n     1385862_10202571218266083_1158178974_n

Noi siamo venditori di sogni – regaliamo alle donne la possibilità di sentirsi Principessa almeno per un giorno, indossando un abito da favola

È la premessa di Rosario Padolino a chiunque si imbatte nella sua collezione di abiti da sera – e che viene testimoniata da quelle stesse donne che scelgono di essere indossatrici di questo brand, grazie la campagna pubblicitaria portata avanti da quest’ultimo ” Le nostre clienti ci fanno pubblicità“.

Un’esigenza di tutte le donne napoletane che inseguono un sogno ben preciso, quello di essere uniche e favolose per una notte sola, un po’ come in una favola – portando quel pizzico di magia nella vita reale!!

      563076_10202571224946250_247011717_n    donnafashion 5

 Il brand DONNAFASHION  ha sedi in Via Duomo con CORIANDOLI – in Piazza Cavour con CIAO MARILYN – in via Chiaia e via Duomo con COLETTE

Grazie a Rossella Padolino per questo fashion event #Thefashiontwice

Grazie alla moda che ci regala queste emozioni.

M.

1377961_714991125195697_1046781720_n

Foto di copertina/di chiusura (con Rosa Celotto #PinkLeopard)  – Emilio Russo.

“Be Pink” – Be Blumarine

Blumarine+Fall+2013+Backstage+KTPLA0mPw9ql

Ne cantava le parole Kay Thompson in Cenerentola a Parigi ( Funny Face) con l’idea che parlare del rosa avrebbe dato un approccio nuovo e fresco alla sua rivista di moda Quality.

D’altronde non aveva poi tutti i torti!!

Perché s’è vero che a contatto con questo colore, tutto ciò che ci circonda si rigenera e sprizza gioia, chi siamo noi a dire di no al PINK.

Intendiamoci – odio qualsiasi uomo/ragazzo che ne utilizza una  minima parte su indumenti ( immaginate poi un total look!!) o in una qualsiasi sfumatura derivante.

La verità?? – il rosa è ESCLUSIVAMENTE un colore femminile – e Anna Molinari non ha vergogna a dimostralo, anzi ne crea un’intera collezione dalle sfumature più delicate e chic.

Non sarà difficile per lei reinventare una nuova femminilità, un nuovo fiore – ogni qual volta presenta i suoi capi in passerella, quasi sia stata scelta ad hoc per questo delicatissimo caso. Perché nessuno è più di classe ed iperfemminile di lei.

Questa si ch’è una vera certezza!!

E allora lei la butta giù così, proponendoci una valanga di idee all’insegna di un colore dalle mille sfaccettature: e dalle mille sfaccettature è anche la sua idea di stile, come i primi capi ad uscire in passerella – morbidi e avvolgenti – maxi pull(1) con maxi piumini(2) – con pantaloni in lunghezze midi fin sopra alle caviglie. Il cappotto si fa lungo e il look misterioso. Le mise successive, in completo giaccone maxi color carne – con(3) o senza(4) accessori ( Un riferimento al look del post the weather girl)

              1. _ARC0018.450x675   2._ARC0023.450x675

               3._ARC0046.450x675   4._ARC0031.450x675

Si parte dal rosa pesca,  si sosta su quello carne, e si arriva, in fine, a quello pallido!!

Il tailleur con giacca doppiopetto(5) delinea una mise pulita ed elegante – disegnando una donna raffinata e sicura di se. Un’ambiente lavorativo che non si prende troppo sul serio: ruches in trasparenza(6) o maxy fiocco su camicia vittoriana(7) – il tutto abbinato al fioco ma fondamentale celeste polvere.

5._ARC0191.450x675

6._ARC0216.450x675  7._ARC0224.450x675

Ma la Molinari si mette sempre in gioco – oltre alle linee classiche si occupa di costruzioni sartoriali di grande effetto – proponendo abiti – panneggio in semi trasparenza(8) , giocando a volte anche col caro e vecchio nero – aiutato da romantiche stampe floreali(9).

    8. _ARC0270.450x675   9._ARC0344.450x675

Avevate, per caso, qualche dubbio??

M.